psicoterapia_coppia Psicoterapia_trattaemnto_Disturbi_Psichici terapia_coppia Orientamento_sessuale_Omosessualita_Disforia_di_genere

Disfunzioni Sessuali e Terapia Individuale e di Coppia.

La Psicoterapia nel trattamento dei Disturbi psichici.

Quando la Depressione e la tristezza cronica tolgono la gioia di vivere.

Riacquistare la gioia di vivere e Relazioni interpersonali e Psicosociali soddisfacenti e appaganti.

Responsabile: Dott. Giuseppe Scotece, Psicologo Clinico e Psicoterapeuta

Centro di Psicoterapia”, Strada di Busseto, 18 - 53100 Siena.

 

Il nostro approccio Psicoterapeutico deriva dalla Teoria Sociocognitiva, TSC, dell’Autoefficacia di A. Bandura, con l’aggiunta e l’integrazione, ove necessario e funzionale, di alcune tecniche derivanti dalla Terapia cognitivo-comportamentale, CBT, di A. T. Beck.

 

L’intervento terapeutico è finalizzato ad accrescere l’Autoefficacia del paziente che media e regola il funzionamento delle sue capacità di autoregolazione cognitive, affettive, motivazionali e comportamentali, attraverso cui diviene possibile interrompere i circoli viziosi che caratterizzano le sue modalità di pensare, sentire e agire disfunzionali e che causano e alimentano il suo disturbo mentale, e che vengono sostituiti con comportamenti adattivi rivolti all’esercizio della sua agentività e del suo potere causativo.

 

La CBT nello specifico può essere utilizzata sul versante cognitivo, vertendo sull’analisi dei suoi pensieri e delle sue modalità attribuzionali distorte; laddove gli interventi psicoterapeutici della TSC sono finalizzati all’acquisizione di specifiche abilità di fronteggiamento efficace (coping) e di padroneggiamento attivo (mastery), che favoriscono esperienze dirette e attive concrete di successo, attraverso cui acquisire un saldo senso di Autoefficacia personale, che contribuisce in modo rilevante al benessere psicofisico e alla realizzazione personale (Bandura, 2002). Le convinzioni di efficacia determinano la qualità e l’efficacia del funzionamento umano in diversi modi, mettendo in moto e regolando in modo funzionale i processi cognitivi, motivazionali, affettivi, aspirazionali e di scelta, attraverso cui si realizzano l’adattamento, le azioni produttive e gli obiettivi di vita per mezzo dell’esercizio della propria agentività. Laddove i processi cognitivi autovalutativi disfunzionali innescano proprio quei processi autoreattivi negativi che interferiscono con le funzioni autoregolatorie emotive, motivazionali e comportamentali adattive, alimentando stati di umore negativi e determinando cattive prestazioni. Le quali convalidano e mantengono a loro volta gli stessi processi autovalutativi maladattivi che le hanno generate.

 

Il compito della psicoterapia consiste pertanto nel restituire al soggetto il senso e la convinzione nella sua agentività e di controllo personale.

 

Il modello psicoterapeutico derivante dalla teoria Sociocognitiva, TSC, di Bandura e la CBT di Beck